International Development Law Organization

IDLO-Italy program builds next generation of champions of justice

19 Apr 2018

Languages: English - Italiano

IDLO and the Italian Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation signed an agreement providing opportunities for young professionals to gain experience in the international development sector with IDLO.

The new Junior Professional Officers (JPO) program will give young Italians the opportunity to contribute to IDLO’s vision of a world where everyone lives with dignity and under the rule of law, and its mission to realize justice, peace and sustainable development.

The agreement was signed in a meeting between IDLO Director-General Irene Khan and the new Development Cooperation Director-General, Giorgio Marrapodi, of the Italian Ministry.

“This new program is yet another example of the close cooperation and support we enjoy from Italy, and by helping young Italians professionals to get first-hand experience of rule of law programs in the Global South, it will boost our 30th Anniversary campaign to create champions of justice,” said Irene Khan, Director-General of IDLO.

The IDLO-Italy JPO program aims to build the capacity of young graduates providing them with practical field-based experience in rule of law and access to justice programming, and orient them towards future careers in the international arena.

Italy, together with seven countries, founded IDLO as an intergovernmental organization in 1988. Italy is a key supporter of IDLO’s work and provides unrestricted and program funds, supporting the organization’s work across the world and in specific countries including Tunisia and Montenegro.

For more information about IDLO@30 please follow #ChampionsOfJustice


IDLO e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale hanno firmato un accordo che offre ai giovani professionisti l'opportunità di fare esperienza lavorando con l’IDLO, nel settore dello sviluppo internazionale.

Il nuovo programma JPO (Junior Professional Officers) offrirà ai giovani italiani la possibilità di contribuire alla visione dell’IDLO di un mondo basato sullo stato di diritto nel quale ogni persona vive con dignità, e alla sua missione di promuovere la giustizia, la pace e lo sviluppo sostenibile.

L'accordo è stato firmato in occasione di un incontro tra la direttrice generale dell'IDLO, Irene Khan, e il nuovo direttore generale della cooperazione allo sviluppo, Giorgio Marrapodi.

"Questo nuovo programma è un ulteriore esempio della stretta collaborazione e del sostegno di cui godiamo dall'Italia. Inoltre, aiutare i giovani professionisti italiani ad avere un'esperienza diretta dei programmi sullo stato di diritto nel Sud del mondo, rafforzerà la nostra campagna per il trentennale dell’organizzazione, con l’obiettivo di creare Champions of Justice", ha dichiarato Irene Khan, direttrice generale dell'IDLO.

Il programma IDLO-Italy JPO mira a sviluppare la capacità dei giovani laureati fornendo loro un’esperienza pratica sul campo in materia di programmazione dello stato di diritto e di accesso alla giustizia, e orientarli verso possibili future carriere in ambito internazionale.

L'Italia, insieme ad altri sette paesi, ha fondato l'IDLO come organizzazione intergovernativa nel 1988. L'Italia è un sostenitore chiave dell’attività dell'IDLO e fornisce sia fondi istituzionali sia finanziamenti rivolti ai singoli progetti, sostenendo il lavoro dell'organizzazione in tutto il mondo e in paesi specifici tra cui Tunisia e Montenegro.

Per maggiori informazioni su IDLO@30 per favore segui #ChampionsOfJustice

Subprogram: